Ultima modifica: 23 Maggio 2019

Attività

ATTIVITA’ 2018 – 2019

 


LA III B SECONDARIA CALANGIANUS

ADOLESCENTI IN BILICO – IL RICHIAMO DELLA GIUNGLA

(Studio di approfondimento sulle dipendenze)

LA DIPENDENZA DALLA DROGA

LA DIPENDENZA DAI VIDEOGIOCHI

LA DIPENDENZA DAL GIOCO D’AZZARDO

LA DIPENDENZA DALL’ALCOL

LA DIPENDENZA DAI SOCIAL

LA DIPENDENZA DAL FUMO

 

 


LA PRIMARIA DI CALANGIANUS: LEZIONI DI YOGA

Quest’anno gli alunni delle classi prima e seconda della scuola Primaria di Calangianus hanno sperimentato un breve percorso di Yoga, guidati dall’insegnante Tina Lutzu:

Fin da subito tutti si sono incuriositi  entrando magicamente nella dimensione yogica a loro congeniale, apprezzando e vivendo con entusiasmo momenti di condivisione, attraverso diverse strategie di gioco interattivo e di coinvolgimento emozionale. Abbiamo avuto modo di avvicinarci a tematiche importanti, riflettendo sul valore dell’amicizia, del rispetto, della tolleranza, della gratitudine. Attraverso il racconto delle mini-storie ci siamo immedesimati e immersi nella natura, sperimentando le “asana” le pose dello yoga, l’ascolto del respiro, la misura della forza fisica e l’equilibrio interiore, la creatività, la fantasia, la leggerezza, le sensazioni di gioia e di freschezza, divertimento, rilassamento, unione e inclusione, rafforzando l’autostima e la concentrazione.

Abbiamo condiviso momenti di arte con la danza dei colori, la coloritura dei mandala e il magico suono della campana tibetana. Anche gli alunni più vivaci hanno apprezzato il gusto della lentezza, meravigliandosi delle emozioni provate, sentendosi ognuno unico e speciale. Sarebbe bello poter proseguire questa esperienza anche in futuro, sostenere e guidare in modo gioioso la crescita di una personalità equilibrata, potenziando il benessere psicofisico, migliorando l’atmosfera scolastica in generale, traendone una ricaduta positiva sull’apprendimento.

Condividiamo momenti di dolcezza sperimentando  il movimento  di leggerezza con libertà creativa  e  fantasia

 


LA PRIMARIA DI CALANGIANUS E LURAS: LABORATORIO DI ARTE PREISTORICA

Gli alunni della IIIA e della IV A della Primaria di Calangianus e della III A e IV B della Primaria di Luras hanno partecipato con grande interesse ai laboratori di pittura rupestre e creazione di oggetti e giochi antichi presso il Museo Laboratorio dell’età nuragica Labenur di Arzachena

 


PRIMARIA E SECONDARIA DI LURAS: PROGETTO CONTNUITA’

Attività di Educazione ambientale nell’ambito del Progetto Continuità tra la Primaria e la Secondaria di Luras: “Amiche piante, qual è il vostro nome?”

Interviene  la dott.ssa Giovanna Rau,  biologa ed erborista specializzata, si cimenta nella ricerca delle rarità endemiche che sono tipiche della Sardegna e che si ritrovano in Corsica e nelle Baleari. L’antica contiguità tra le isole del Tirreno ha reso possibile il diffondersi degli endemismi che sono unici e difficili da classificare. Le immagini da lei raccolte in tantissimi anni di ricerca ci forniscono un’idea del lavoro di ricercatrice attenta, innamorata della natura, sensibile anche di fronte a quei fiorellini sconosciuti che invece rappresentano la meraviglia e l’armonia della natura.

 

 


ATTO DI CULTO

Atto di culto del nostro Istituto: il creato e San Francesco

 

 

 


FRIDAYS FOR FUTURE

Fridays for Future è un movimento nato dal basso e in modo spontaneo, come risposta solidale all’attivismo climatico di Greta Thumberg, la 16enne svedese che dall’agosto del 2018 ogni venerdì, ha iniziato a manifestare davanti al Parlamento del suo Paese. Da sola, almeno inizialmente, con l’obiettivo di forzare il governo svedese a tagliare le emissioni di CO2 del 15% ogni anno. Grazie a questa determinazione, la  studentessa, a dicembre, è stata invitata alla COP24 in Polonia, dove ha tenuto un discorso che ha fatto il giro del mondo.
Il suo appello non ha mezzi termini: il pianeta sta morendo e i governi devono agire. Gli obiettivi da rispettare sono quelli fissati dall’Accordo di Parigi del 2015: mantenere il riscaldamento globale ben al di sotto dei 2° C e fare i più grandi sforzi per non superare l’aumento di temperatura di 1,5 ° C rispetto ai livelli preindustriali.

 

Anche l’Istituto Comprensivo di Calangianus aderisce alla manifestazione con attività di sensibilizzazione svolte durante l’attività didattica . Le attività di sensibilizzazione alle problematiche climatiche e ambientali hanno inizio in coincidenza con lo “sciopero per la Terra” del 15 marzo.

 

 

 

 

 

 

 

La terza della Secondaria Luras ha guardato il documentario Home di National Geographic come sostegno alle manifestazione per la salvaguardia del clima: https://video.nationalgeographic.com/

 

 

 

 

 

I bambini della scuola dell’infanzia di Luras , dopo una conversazione guidata con le insegnanti, attinente la salvaguardia dell’ambiente , hanno scelto di dipingere dei fiori colorati per rappresentare il risveglio della natura in tutta la sua bellezza .

 

Gli alunni della Secondaria di Calangianus, dopo essersi documentati e averne discusso con i docenti, hanno realizzato cartelloni e presentazioni digitali sul tema ambientale che hanno poi condiviso in aula magna… Gli alunni diventano docenti

 

 

Scuola dell’Infanzia di Calangianus: drammatizzazione “un mare senza plastica!”

 

Gli alunni della Scuola Secondaria di Luras hanno completato la lettura di testi sull’inquinamento e sull’ambiente e e concluso i cartelloni. Al centro di tutto gli articoli sulla mobilitazione Greta Thumberg

 

Scuola primaria di Luras e Calangianus: tutti gli alunni hanno visto film didattici sul rispetto della natura, realizzato attività di lettura, riflessione, rappresentazione grafica e colorato le bandierine… che hanno sventolato all’uscita di scuola al grido “Salviamo la Terra!”

 

Vogliamo la Terra pulita!

 

 


LE CLASSI TERZE DELLA SECONDARIA

Il Giorno del Ricordo

Il Giorno del ricordo è una solennità nazionale italiana che si celebra ogni anno il 10 febbraio a partire dal 30 marzo 2004, giorno in cui è stata istituita con la legge n. 92. In questa giornata si tengono una serie di celebrazioni e attività, che coinvolgono le istituzioni e anche la scuola, in onore e in ricordo di tutte le vittime dei massacri delle foibe e del dramma degli esuli giuliano-dalmati, fatti avvenuti nel periodo della seconda guerra mondiale e appena dopo.

Il nome foibe, così come li chiamano in Venezia Giulia, fa riferimento agli inghiottitoi carsici nei quali furono gettati molti dei corpi delle vittime.

Le stragi delle foibe cominciarono in data 8 settembre 1943, con l’annuncio dell’entrata in vigore dell’armistizio di Cassabile e terminarono il 10 febbraio 1947, il giorno in cui furono firmati i trattati di pace di Parigi, in base ai quali alla Jugoslavia venivano assegnati il Quarnaro, l’Istria e la maggior parte della Venezia Giulia, prima tutti territori appartenenti all’Italia.

In seguito agli eccidi delle foibe, avvenne l’esodo giuliano dalmata, noto anche come esodo istriano, cioè l’emigrazione forzata di tutti i cittadini di etnia e di lingua italiana  dalla Venezia Giulia, dalla Dalmazia, dal Quarnaro e da Istria. Si svuotarono interi villaggi e cittadine, perché gli abitanti diffidavano del nuovo governo jugoslavo. Si stima che gli esuli ammontassero a un numero compreso tra le 250.000 e le 350.000 persone.

Marisa Brugna, autrice del libro “Memoria negata” è nata nel 1942 in Istria e si troverà, quindi, bambina a condividere il dramma dei profughi dell’Istria, di Fiume, di Zara, della Dalmazia.

L’autrice ha sei anni quando lascia il suo paese, Orsera, e dopo un breve periodo nel Centro di Raccolta di Latina, si troverà a vivere per ben 10 anni nel Centro di Marina di Carrara. In quella prigione sono passate la fanciullezza e l’adolescenza di Marisa.

Le sorti cambiano nel 1959, quando il padre decide di andare a vivere in Sardegna, a Fertilia, dove già esisteva dal `48 un gruppo consistente, pionieri quasi, di profughi giuliani. Lì non dovrà più rispondere, a chi le chiede dove abita, al “Centro Raccolta Profughi”. Non ci sarà più scritto così sui documenti di scuola, né sulle “carte” dei genitori. Finalmente liberi da questo marchio, con il piacere di dormire in una casa vera. Lì porterà a compimento il sogno di diventare maestra; vivrà la sua vita di insegnante; si sposerà e avrà dei figli.

Ad un popolo che aveva perso tutto, fu negata l’unica cosa rimasta: la memoria”.
Ma Marisa Brugna non ha voluto dimenticare quella triste pagina storica e con tenacia ha voluto pubblicare un libro testimonianza della sua condizione di esule giuliana. E stamattina, grazie alla professoressa Anna Maria Usai che ha organizzato l’incontro e alla Dirigente professoressa Pinuccia Mura che lo ha patrocinato, i ragazzi delle terze della Secondaria hanno potuto ascoltare la testimonianza appassionata di chi ha vissuto sulla propria pelle la Storia e l’ esilio in un campo profughi. Argomento storico di grande attualità che invita alla riflessione giovani e adulti…


LE CLASSI I A SECONDARIA LURAS E II A SECONDARIA CALANGIANUS

La Giornata della Memoria

La casa-rifugio di Anna Frank

Il 27 gennaio 2019 si  celebra la Giornata della memoria in ricordo delle vittime della shoah, per evitare che succeda di nuovo.

Tale ricorrenza internazionale è stata istituita il 1° novembre 2005 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Con la Risoluzione 60/7, l’Onu ha voluto commemorare le vittime dell’olocausto e «condannare tutte le manifestazioni di intolleranza, incitamento, molestia o violenza contro persone o comunità, sia su base etnica che religiosa».

È stata scelta la data del 27 gennaio perché, quel giorno del 1945, le truppe russe dell’Armata Rossa fecero irruzione nel campo di concentramento di Auschwitz, liberando gli ebrei che vi erano rinchiusi e svelando fino a che punto si era spinta la ferocia nazifascista.

Ad essere sterminato un terzo del popolo ebraico, oltre a innumerevoli altre persone, solo in quanto membri di minoranze, come Romomosessuali e persone con disabilità. Dopo la scoperta di Auschwitz, e grazie alle testimonianze dei suoi sopravvissuti, il mondo intero ha iniziato a parlare di genocidio.

Il nostro Istituto, come ogni anno, ha celebrato questa Giornata con tante attività diversificate per ordine di scuola. Particolarmente significativi i lavori svolti dalle classi  1^ A e 2^ A della Secondaria, rispettivamente di Luras  e di Calangianus, coordinati dalla Professoressa Maria Giovanna Frassetto.

 

 

 

 

I video della I A Secondaria Luras

I video della II A Secondaria Calangianus

 

 


L’INFANZIA DI CALANGIANUS

Progetto “Piccoli semi… crescono”

Referente  ins. Tina Lutzu

Finalmente   alla scuola dell’infanzia di Calangianus i “piccoli semi… crescono” davvero  con il progetto continuità che vede protagonisti gli alunni della scuola dell’infanzia insieme agli alunni della classe prima della scuola primaria.

In questi anni dove l’infanzia subisce una forte influenza a causa dello sviluppo delle tecnologie (video-giochi,  play station, computer, telefonini, ecc.) è fondamentale recuperare e ricercare un contatto diretto con una dimensione più sana e naturale.

Creare un orto scolastico aiuta ad imparare i ritmi della natura e a rispettarli, a conoscere la stagionalità e le varietà ortofrutticole; influisce positivamente sulla comprensione del valore del cibo e del lavoro necessario per crearlo;  promuove un efficace collaborazione tra scuola e famiglia e territorio; sviluppa e diffonde la cultura di un rispettoso rapporto tra uomo, natura e ambiente: Tanti sono i benefici di una tale esperienza!

A sostenere  il progetto le insegnanti  con  l’esperto agronomo  Prof. Lutzu , che con massima cura coinvolge e interagisce con i piccoli alunni…

 

 

Un seme per prenderci cura… Sperimentiamo attraverso la ricerca-azione, la collaborazione e la partecipazione, individuiamo mezzi e metodi per la realizzazione dell’orto, creando un rapporto positivo con l’elemento terra

 

Intanto a scuola il lavoro inizia, Grazie alla disponibilità dei genitori e grazie alla Giunta comunale che ha permesso la realizzazione dell’orto scolastico

 

Prepariamo la terra per accogliere le nuove piantine

 

Prendiamo bene le misure per piantare i tuberi

 

Insieme ai nonni partecipanti, impariamo sul campo come utilizzare mezzi, strumenti e metodi per lavorare ad un progetto importante ! Con Un po’ di buona fatica insegniamo la gratitudine e l’amore alla madre terra…grazie nonni!

In fase di osservazione

 

E dopo aver preso tutte le misure e aver scoperto l’arrivo delle patate in Italia, ognuno coltiva il tubero e le piantine del semenzaio!

 

“ Piccoli semi… crescono”

 

Andiam, andiam, andiamo a lavorar!                                                                                                  

Ci vediamo a giugno per la raccolta  dei doni…!!!


La 3^ A PRIMARIA LURAS

Una bella lezione di Italiano


LA 2^ B  SECONDARIA DI LURAS

Geografia personalizzata: difendiamo la Terra

(a cura della Prof.ssa Nicoletta Melis)

 


L’INFANZIA DI CALANGIANUS

La scuola dell’infanzia è parte integrante del percorso formativo unitario, previsto dalle Indicazioni del 2012 e soprattutto negli Istituti Comprensivi  contribuisce al curricolo verticale.

E’ la scuola dell’attenzione e dell’intenzione, del curricolo implicito, che si manifesta nell’organizzazione degli spazi e dei tempi della giornata educativa, e di quello esplicito che si articola nei Campi di Esperienza…

Il Periodo  dell’accoglienza è il Tempo della cura e delle relazioni…diamo valore al contesto educativo nel quale operiamo, alla didattica laboratoriale,  valorizziamo le relazioni come elemento costitutivo della crescita e della costruzione di una scuola che diventa comunità educativa…

Nella scuola dell’infanzia s’impara facendo, la scoperta è ancora visiva, sensoriale, motoria, fino ad arrivare alla concettualizzazione di esperienze più complesse, il bambino diventa protagonista del suo divenire…insomma una scuola con “autorevoleggerezza”, cioè serietà ma anche gioco e lievità…

Nei  campi d’esperienza: il sè e l’altro, il corpo e il movimento, la conoscenza del mondo, i discorsi e le parole, immagini, suoni e colori.  Si coltiva la sperimentazione!

 


ATTIVITA’ 2017 – 2018


L’INFANZIA DI CALANGIANUS

Il lungo e prezioso tempo di un anno scolastico trascorso tra obiettivi, competenze, finalità, traguardi da raggiungere, progetti, percorsi e attività laboratoriali. Al centro solo loro: i bambini, protagonisti del loro divenire.

Un anno ricco di movimento, di fatiche, di aspettative, di risultati e di soddisfazioni.

Tante le attività orientate alla scoperta di nuovi saperi, sperimentando forme diverse di comunicazione, con l’obiettivo di favorire lo sviluppo delle abilità e dell’autonomia, attraverso un’esperienza didattica positiva e stimolante che contribuisce a rafforzare l’identità dell’individuo e valorizzarne le differenze.

Ci siamo soffermati a riflettere sul valore dei sentimenti, lo stare bene insieme, l’importanza dell’aiuto reciproco, della solidarietà, della condivisione e dell’inclusione, quindi della diversità di ognuno di noi da valorizzare facendola diventare un punto di forza; Abbiamo reso ”piccoli” i grandi valori la vita, il rapporto tra mente e corpo, la verità, la giustizia.

Un anno… esperienze vissute col cuore e con la mente, giorno dopo giorno, con fatica, impegno e perseveranza, ma anche gioia e complicità…insegnando e praticando l’ascolto, la tolleranza; imparando a riconoscere e controllare le nostre emozioni.

Alla fine, uno sguardo all’indietro per rinforzare le esperienze trascorse, per non farle fuggire col tempo che passa, per trattenerle con noi, come parte integrante del nostro essere speciali.

                                                                                                        L’ACCOGLIENZA

L’ATTIVITÀ LUDICA IN GIARDINO

DRIPPING… LAVORO FINITO!

LE ESPERIENZE SENSORIALI  E  LE ATTIVITÀ LABORATORIALI

EMOZIONIAMOCI

PROGETTO CONTINUITÀ

PROGETTO LETTURA

PROGETTO TEATRO

PROGETTO YOGA

ATTIVITÀ PSICOMOTORIA LUDICO MUSICALE

SALUTI DI FINE ANNO

 

 


PROGETTO CONTINUITÀ

Il Progetto Continuità ha visto coinvolte tutte le classi in uscita dei tre ordini di scuola dell’Istituto Comprensivo.

Le classi quinte della Primaria insieme alle classi prime della Secondaria hanno lavorato sul tema del bullismo, ognuna in modo diverso, seguendo le inclinazioni dei ragazzi

Le classi quarte, sempre della Primaria, insieme alle classi in uscita della Scuola dell’Infanzia hanno lavorato sulle fiabe

Le classi terze della Secondaria hanno visitato alcuni Istituti Superiori e incontrato delegati di altri.

LE QUARTE, L’INFANZIA E LE FIABE

LE QUINTE E LE PRIME CONTRO IL BULLISMO

 


 PRIMARIA CALANGIANUS E LURAS

Progetto Acqua

 


LO SPORT

 

SASSARI – Venerdì 11 maggio 2018 allo Stadio dei Pini di Sassari si sono svolti i campionati provinciali studenteschi riguardanti l’atletica leggera su pista. Erano presenti più di 200 studenti provenienti da tutta provincia di Sassari.  E’ stata una giornata particolarmente calda e ricca di soddisfazioni per l’I.C. “Ines Giagheddu” Calangianus – Luras. Un grande successo per tutto il movimento studentesco della provincia e per l’atletica leggera che, ancora una volta si conferma essere lo “sport per eccellenza”.

Il nostro Istituto ha partecipato con circa 40 ragazzi divisi in due squadre, sia nella categoria cadetti/e sia nella categoria ragazze. Buoni risultati per tutti, in particolare per Massimiliano Tamponi (secondo nella gara del salto in lungo con 4,54 cm), per Gabriele Ena (secondo nei 60 m piani), per Marta Di Mauro (seconda nei 60 m piani), Giulia Abeltino (terza nel lancio del Peso) e Cristina Burja categorie CIP. Tanti altri piazzamenti tra il 4° e 5° posto e tanto divertimento per tutti, compresi i docenti accompagnatori (la prof.ssa Frassetto ha immortalato l’evento con centinaia di foto e alla fine è stata eletta fotografa della manifestazione).

Le gare di atletica hanno rappresentato un momento importante per l’esperienza sportiva dei nostri ragazzi. Nel progetto di educazione motoria e sportiva dell’istituto comprensivo “Ines Giagheddu” di Calangianus e Luras, l’obiettivo principale è far diventare la pratica sportiva uno strumento per diffondere valori educativi, di buone prassi sociali e di approccio ad alcune forme di disagio per favorire il miglioramento della qualità della vita nel nostro territorio soprattutto a favore dei minori. In questo anno scolastico l’attività sportiva è stata molto intensa e ha consentito di raggiungere risultati importanti:

  1. FINALI NAZIONALI DI BADMINTON che si svolgeranno a Cesenatico da 28 al 30 maggio 2018
  2. Partecipazione alle finali di Pallavolo Maschile (secondo posto)
  3. Partecipazione alle fasi provinciali di Pallavolo femminile
  4. Partecipazione alle corse campestri provinciali e regionali (disputate nel mese di Gennaio)
  5. Tornei interni di pallavolo, pallacanestro, pallamano e calcio a 5

Anche per la scuola primaria il progetto di attività motoria e sportiva avrà la sua conclusione con una manifestazione finale in programma il 23 maggio presso il PALASPORT di Luras, parteciperanno sia il plesso di Luras che quello di Calangianus, il progetto è stato reso possibile grazia alla collaborazione con l’associazione sportiva SHALOM che ha inviato, nelle prime tre classi della scuola primaria di Calangianus e Luras, un istruttore per svolgere le ore di attività motoria senza alcun aggravio economico per la scuola, e si cimenteranno in varie attività: pallavolo, pallacanestro, calcio, atletica leggera, taekwondo, giochi antichi, japping, ecc. in una giornata di sport in cui saranno coinvolte moltissime discipline sportive.

Per la scuola secondaria si svolgeranno, il 4, 5, 6 giugno le giornate dello sport sempre presso il PALASPORT DI LURAS, che vedranno impegnati i ragazzi in gare di badminton, calcio, pallamano e pallacanestro… i ragazzi delle terze sfideranno i docenti in una partita di pallavolo per salutare le scuole medie.

(Mimmo Petroccia)

La gara professori alunni

Le finali nazionali

Le gare di Atletica su pista

 


IN GIRO PER IL MONDO – MAGGIO GIUGNO 2018

(Periodico della Scuola Secondaria di Luras)


“LIBERIAMOCI DEL BULLISMO”

(nell’ambito del Progetto CONTINUITÀ)

Hanno partecipato le classi I A Scuola Secondaria e V A Scuola Primaria di Calangianus, guidati dai  Docenti
Maria Giovanna Frassetto, Giuseppina Balata, Olmo Zanforlini

 


 IN GIRO PER IL MONDO – MARZO 2018

(Periodico della Scuola Secondaria di Luras)


IN GIRO PER IL MONDO – GENNAIO FEBBRAIO 2018

(Periodico della Scuola Secondaria di Luras)


IL BULLO A SCUOLA

Percorso didattico della classe III A – Scuola Secondaria Calangianus

 


IN GIRO PER IL MONDO – DICEMBRE 2017

(Periodico della Scuola Secondaria di Luras)


Educazione all’Ambiente: Incontro delle classi terze della Secondaria di Calangianus con le Guardie Forestali

 

 


IN GIRO PER IL MONDO – NOVEMBRE 2017

Periodico della Scuola Secondaria di Luras, numero di NOVEMBRE


Partecipazione alla XI Giornata Paralimpica 05/10/2017

 


Convegno Bullismo e Cyberbullismo

 


ATTIVITA’ 2016 – 2017


I lavori della Scuola Primaria di Calangianus

Progetto Bici Scuola – Classe IV A 


 Gli alunni della IV A  si danno appuntamento a settembre…

 


Gli alunni delle classi quarte partecipano al progetto Continuità: Diventerò Grande


Gli alunni della IV B al “rientro”…


I lavori della Scuola dell’Infanzia di Calangianus